Quotidiani locali

l'iniziativa

I racconti della birra,
concorso per giovani scrittori

L'idea parte dal titolare di un birrificio artigianale di Montescudaio: all'inizio erano solo racconti di scrittori affermati, ora apre a tutti. Come partecipare

MONTESCUDAIO. All'inizio erano racconti di scrittori affermati come Marco Vichi e Marco Malvaldi. Testi brevi ed originali sulla birra che venivano stampati in edizione limitata e appesi al collo di mille bottiglie di birra. L'idea di Vittorio Cotronei, proprietario del Birrificio Artigiano Toscano, del fortunato progetto “Birra e letteratura” non solo continua, ma da quest'anno apre a tutti gli aspiranti letterati lanciando il concorso “I racconti della birra” con Marchetti Editore, neonata casa editrice pisana.

Tutto è iniziato dalla geniale idea di “Birra e Letteratura”, ossia “un ponte tra cultura libraria e gastronomica dove la seconda si fa veicolo di diffusione della prima, mettendo il “non lettore” a tavola con una buona birra e un buon racconto”. Come spiega Cotronei, appassionato di letteratura e autore di racconti: «l’idea era portare la narrativa sui tavoli di ristoranti, pizzerie, trattorie… Perché se è vero che in Italia si legge poco, è altrettanto vero che come amanti della buona cucina non siamo secondi a nessuno. In questo modo ci auguravamo che il non lettore, o colui che non legge abitualmente, si trovasse a tavola con in mano il racconto e, dopo averlo letto, il giorno dopo si precipitasse in libreria a comprare un buon libro».

Detto fatto, ecco nascere gli avvincenti racconti di Vichi, Malvaldi e Martigli allegati al collo di lotti di 1.000 bottiglie di birra B.A.T., distribuiti nei soliti canali del birrificio, oltre che in librerie aperte alle sfide. Il passo successivo era ampliare l'accesso agli aspiranti scrittori, visto che l'Italia pullula di nuovi talenti e si moltiplicano gli allievi delle scuole di scrittura. Per questo il concorso “I racconti della birra” promuove la creatività di autori esordienti o non ancora affermati, mediante brevi racconti inediti sulla birra, stampati e distribuiti con le bottiglie prodotte dal B.A.T.

“Ho aderito subito con entusiasmo al progetto” - afferma Elena Marchetti, titolare di Marchetti Editore - “perché mi piacciono moltissimo le “contaminazioni culturali” e perché credo fermamente che conquistare alla lettura anche soltanto una persona in più, magari divertendola, sia una grande vittoria per cui valga la pena costruire un progetto”. Il concorso è aperto a chiunque voglia partecipare scrivendo un racconto inedito sul tema della birra di una lunghezza massima di 8.000 battute. Il testo deve essere inviato per e.mail all’indirizzo info@marchettieditore.it entro il 1 marzo 2015. In palio c'è la pubblicazione del testo in 1.000 copie, appese al collo delle bottiglie del B.A.T. e vendute in abbinamento.

Il nome del vincitore (e di eventuali finalisti) sarà pubblicato sul sito www.marchettieditore.it il 31 marzo. La serata di premiazione si svolgerà al Caffè Letterario Volta Pagina di Pisa sabato 11 aprile alle ore 21,30. Info e regolamento: www.marchettieditore.it (bacheca “eventi”). 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare