Quotidiani locali

A Castiglioncello nessun intervento anti-erosione

Il Quercetano “mangiato” dal mare, ma il Comune non prevede di riqualificare Tutto pronto per avviare la Ztl, che sul promontorio scatterà alle 22,30

ROSIGNANO. Opere di ripascimento sulle spiagge di Vada e Rosignano Solvay ma non su quelle di Castiglioncello, che durante l’ultimo inverno sono state “mangiate” dalle mareggiate. Le casse del Comune non permettono di riqualificare gli arenili della Perla.

Molti sono però gli interventi in prigramma. Organizzazione dei bagnini sulle sei postazioni decise dal Comune in cinque spiagge libere, Zona a Traffico Limitato a Castiglioncello, senso unico in via dei Macchiaioli e servizio navetta che collega le Spianate con la zona a mare. In queste settimane gli uffici comunali, ciascuno per le proprie competenze, stanno organizzando gli interventi in previsione dell’avvio della stagione estiva. Unico denominatore: cercare di mantenere i servizi facendo i conti con un bilancio sempre più magro ma, soprattutto, ingessato.

Ripascimento. Nessuna novità, rispetto agli anni passati, sul fronte erosione. In attesa di arrivare in autunno quando è atteso il via da parte della Provincia del Progetto che dovrà mettere in sicurezza la costa davanti all’abitato di Vada, l’amministrazione comunale riporterà rena per ripascere quel che rimane della spiaggia libera antistante la Barcaccina e la Bucaccia. Prima però dovranno prendere il via le operazioni per ripulire l’arenile di Vada. L’altro intervento è previsto a Rosignano Solvay sulla spiaggia libera accanto al lungomare Colombo. Nulla da fare invece per il Quercetano a Castiglioncello. Qui, almeno per quest’anno, i turisti dovranno dimenticare la spiaggia caraibica degli anni scorsi quando, grazie a un progetto finanziato in buona parte del comune, con un’idrovora la spiaggia erosa dal mare fu rigettata sulla costa. Furono spesi in due anni, ossia 2009 e 2010, circa 430mila euro. Purtroppo le mareggiate hanno colpito anche la baia più famosa di Castiglioncello e le correnti si sono rimangiate l’arenile facendo scomparire, in particolare, la spiaggia libera tra il fosso del Quercetano e i bagni Aurora.

Spiagge sicure. Confermati anche per l’estate 2013 sei postazioni su cinque spiagge libere. Per la precisione i bagnini saranno presenti a turno alla spiaggetta dell’Arancio, baia incastonata tra le rocce di Castiglioncello, sulla spiaggia libera di Caletta, una a Rosignano Solvay tra i bagni Trieste e i bagni Lo Scoglietto, una sulla spiaggia libera del Lillatro e, infine, due postazioni alle Spiagge Bianche a Vada. “Anche per quest’anno – commenta Donati – abbiamo deciso di mantenere la postazione di Caletta, attiva dallo scorso anno”.

Zona a traffico limitato.Il provvedimento riguarda in particolare Castiglioncello. Qui non si prevedono cambiamenti rispetto all’anno scorso. La Ztl sarà mantenuta nella zona del Promontorio e scatterà dalle 22,30 sino al mattino successivo. Nessun restringimento o provvedimento particolare è previsto neppure per la zona gialla, ossia quella a monte di Castiglioncello fino a Portovecchio a mare. Qui le auto potranno transitare liberamente. Il parcheggio sarà consentito solo ai residenti o turisti proprietari di seconde case. Confermato anche il servizio Navetta, particolarmente

apprezzato dai turisti, per collegare la zona a monte della frazione con la parte costiera. E proprio per il servizio Navetta utilizzato soprattutto dai turisti, è stato richiesta una maggiorazione nelle corse: “purtroppo quest’anno vedo difficile poter aumentare le corse dell’autobus”.

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare