Quotidiani locali

«Da quei bambini e dai loro genitori una lezione di vita»

Denise Lombardi, fotografa folgorata sulla via del Gaslini. I suoi scatti finiranno in un libro sull’ospedale genovese

CECINA. Il desiderio di testimoniare e documentare anima la sua passione per la fotografia. Uno dei suoi sogni è fare il reporter ma per ora Denise Lombardi, trentaduenne cecinese, è animatrice di pagine facebook per prodotti realizzati a mano e partecipa agli incontri della Banda degli Scatti, gruppo fotografico di Guardistallo.

Spirito vivace e orientato all’impegno civile, Denise ha realizzato il suo desiderio quasi per caso un pomeriggio di novembre a Genova: le foto che ha scattato quel giorno saranno pubblicate in un libro sull’ospedale Gaslini in uscita a marzo.

«Il 24 novembre ero andata con mio marito al funerale del padre di un amico musicista – racconta – che nonostante il lutto nel pomeriggio ha deciso di onorare l’impegno preso con gli organizzatori dell’iniziativa “Genova accoglie, Genova sostiene”, due associazioni di volontari dell’ospedale Gaslini. Lo abbiamo accompagnato a Palazzo Ducale per assistere al suo concerto e siamo rimasti affascinati dal pubblico presente in sala. C’erano le madri dei bambini in cura, un padre che ha perso il figlio e ha voluto offrire la sua testimonianza. E’ stato molto emozionante».

Frutto di quel pomeriggio sono tanti scatti eseguiti a ruota libera sulle impressioni del momento. Guardando i bambini, il pubblico, ma soprattutto cercando di catturare il clima di unione e di convergenza verso un unico obiettivo: contribuire al funzionamento dell’ospedale pediatrico più celebre d’Italia. Motore dell’iniziativa erano infatti le due associazioni Abeo Liguria (Associazione bambino emopatico e oncologico, onlus) e Fondo tumori e leucemie del bambino che festeggiavano rispettivamente i 30 e i 45 anni di assistenza ai piccoli e alle famiglie al Gaslini.

«Queste due associazioni sono animate dal desiderio di far crescere l’ospedale, mentre a Cecina non si respira la stessa aria – continua Denise - perché ci si è adagiati sul non fare. Lì i genitori che hanno perso i figli oggi fanno i volontari. Cecina ha reparti di eccellenza, tra i migliori della zona, ma sta andando tutto alle ortiche nel silenzio generale. La salute è un bene primario e Genova mi ha dato una grande lezione di civiltà, mostrando che si costruisce dal basso facendo comunità. Dovremmo fare come loro».

L’impatto con la realtà ligure è stato così forte che le foto scattate quel pomeriggio sono state invitate ad Abeo Liguria, presieduta da Angelo Ricci. «Mi hanno chiamato per dirmi che stanno preparando un volume sul Gaslini e ne pubblicheranno alcune» conclude raggiante Denise, cui è rimasta la voglia di trasmettere a Cecina la determinazione di Genova.

Federica Lessi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Tirreno
e porta il cinema a casa tua!3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.