Quotidiani locali

CAPO DELLA CANCELLERIA PENALE

In lutto per la morte di Antonio Ticciati

CECINA Era un po’ la memoria storica del tribunale e il punto di riferimento di colleghi, magistrati, avvocati, giornalisti. Non aveva neanche compiuto 61 anni Antonio Ticciati, morto ieri all’osped...

CECINA

Era un po’ la memoria storica del tribunale e il punto di riferimento di colleghi, magistrati, avvocati, giornalisti. Non aveva neanche compiuto 61 anni Antonio Ticciati, morto ieri all’ospedale di Volterra dove era ricoverato. A settembre aveva scoperto di avere un tumore in fase avanzata ed era stato costretto a lasciare la sua scrivania, per dividersi tra la sua casa di Saline e l’ospedale. Purtroppo la malattia non gli ha lasciato scampo. Oggi alle 15,30 i funerali nella chiesa di Saline, poi la cremazione.

La notizia ha destato profondo cordoglio negli ambienti giudiziari cecinesi dove Antonio (tutti lo chiamavano, anzi lo chiamavamo, semplicemente per nome) si era guadagnato stima e affetto. Era il 1977 quando Ticciati aveva preso servizio per la prima volta nell’allora pretura di Cecina, come assistente ai dibattimenti. Dal 1997 era stato promosso capo della cancelleria penale e da allora ha guidato quegli uffici con competenza, scrupolo e passione. Disponibile, amato dai colleghi, Ticciati aveva sempre una parola gentile con tutti . Ed era assai capace. Non è un caso se il nuovo tribunale di via Landi nel giro degli anni si era segnalato come il secondo più efficiente di tutta Italia. Questo grazie a magistrati in gamba ma anche a una cancelleria formata da persone all’altezza, guidate appunto da Antonio. Mancherà anche a noi.(a.d.g.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Tirreno
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.